DotArt Visit dotART website (italian)

Filosofia

URBAN, un palcoscenico internazionale per fotografi

Un concorso fotografico internazionale giunto all’ottava edizione.
Un palcoscenico mondiale per fotografi
Un circuito di mostre fotografiche ititneranti e un festival internazionale

 

Il concorso fotografico URBAN International Photo Awards, si ripropone per l’ottava edizione come vetrina e palcoscenico internazionale per fotografi professionisti e amatoriali. URBAN ricerca talento e qualità sia tra i fotografi professionisti che amatoriali, offrendo loro un palcoscenico internazionale da cui farsi notare.

Promosso da dotART, associazione culturale di Trieste che opera nel campo della fotografia e delle arti visive, URBAN vede ogni anno migliaia di foto in gara e centinaia di partecipanti da tutto il mondo. È un contest di respiro internazionale in continua crescita, uno dei pochi a “varcare i confini” del web offrendo ai fotografi una reale visibilità attraverso decine di mostre fotografiche itineranti in giro per il mondo. Solo nel 2015, URBAN ha allestito 28 mostre per quasi 600 foto esposte. Alla base di tutto, c’è sempre la valorizzazione del talento e della qualità.

URBAN si divide in due sezioni: una dedicata alle “Foto a tema”, incentrata principalmente sulla Street Photography, il tratto distintivo del concorso, presente sin dalla prima edizione. Immagini autentiche e immediate, in grado di raccontare la realtà e le storie ambientate nel tessuto urbano (“URBAN svela la città e i suoi segreti”). L’altra sezione, a tema libero, è “Projects & Portfolios”, nella quale i fotografi potranno presentare sequenze di immagini che condividano un elemento comune (progetti, fotoreportage), e vere e proprie “storie” narrate attraverso le fotografie.

Oltre ai premi in denaro, URBAN da la possibilità ai migliori fotografi classificati di entrare a far parte di un circuito di mostre fotografiche itineranti, che rappresentano il reale valore aggiunto di questo concorso. Dal 2011, infatti, URBAN ha allestito mostre in Polonia (Cracovia, Lodz e Varsavia), Ungheria (Budapest, Pècs e Miskolc), Cipro (Limassol, Paphos e Nicosia), Lettonia (Riga), Slovenia (Capodistria), Germania (Berlino), Croazia (Parenzo), Ucraina (Sumy), Colombia (Bucaramanga) e Italia (Trieste e Roma).

Confermata anche quest’anno la partnership con il Museo del territorio parentino, di Poreč (Parenzo), una delle realtà museali più importanti e antiche dell’Istria (Croazia). Tre fotografi classificati della sezione “Projects & Portfolios” selezionati dai curatori del museo vedranno i loro lavori esposti dal 31 luglio al 20 agosto 2017 (periodo in cui la località turistica tocca i 120 mila visitatori). Inoltre, il Museo rilascerà ai fotografi un certificato ufficiale di partecipazione alla mostra.

Le mostre di URBAN culmineranno a ottobre presso Trieste Photo Days 2017, festival fotografico internazionale promosso da dotART. Il festival, giunto alla quarta edizione, ha in URBAN il suo principale “serbatoio culturale” durante le giornate inaugurali. Ospiterà infatti la cerimonia di premiazione, la mostra finale del contest, e una serie di esposizioni, personali e collettive, delle migliori foto e progetti classificati.

URBAN mette a disposizione dei vincitori ulteriore visibilità attraverso la sua rete di media partner, i quali pubblicheranno le migliori fotografie classificate sulle loro riviste e pagine social. Tra i principali media partner di URBAN: Ojos Rojos, Prism, Vieworld, Revista Old e Street Photography Magazine.

Negli anni, URBAN è riuscito a creare attorno a sé una rete di partner e media partner internazionali e a ospitare in giuria personalità legate al mondo dell’arte e della fotografia, tra cui: Alexandra Sophie, giovane fotografa francesce che ha lavorato con riviste prestigiose quali Vogue o Elle International; Julie de Waroquier, le cui fotografie sono regolarmente esposte in mostre internazionali, in particolare ai Rencontres d’Arles; Gulzar Sethi, uno dei più rinomati fotografi indiani. E poi Michael Samuel, Zbigniew Podsiadlo, Alain Laboile, Massimo Giacon, Adrian Sommeling e molti altri.

Le mostre di dotART nel Mondo

Main Partners

partner_tpd partner_mp photographers partner_sprea unicusano

Media Partners

ilfotografo krakow lounge partner_lfi partner_prism cuatroscuro partner_tpi partner_thephotocontest apf dng image artofphoto fotopolis spm vphotomag old fotopalyazat fstop doc partner_click_magazine partner_espacio

Partners & Friends

abg studior sgsa beccherie ct

Technical Partners

stroppa thinktank

Venues

partner_aeroporto partner_alchemia partner_betel partner_konfederacka partner_pierwszy partner_pracownia partner_szomszed partner_400 partner_castro partners_bal partner_relax partner_cameral partner_cps partner_domliteratury partners_wbb partners_yaam